Allarme dall’Europa: Il Mar Mediterraneo è sovrasfruttato

Ancora guai per il Mar Mediterraneo: dopo i numerosi studi sulla presenza di plastica nelle acque, arrivano da Bruxelles i preoccupanti dati sullo sfruttamento ittico

Pesca Mar Mediterraneo

“Il Mar Mediterraneo è fortemente sovrasfruttato”, queste le parole pronunciate dal Commissario Europeo alla pesca Maria Damanaki che, nel commentare il parere degli scienziati sullo stato di salute dei nostri mari, mostra una notevole preoccupazione.

“Per il Mar Mediterraneo – afferma la Damanaki – intravedo una battaglia di lungo corso e degli sforzi considerevoli. Dobbiamo accumulare i dati scientifici e adottare i piani di pesca regionali per portare le attività di pesca a dei livello sostenibili. Se non agiamo ora perderemo l’enorme potenziale di queste risorse per le generazioni future”.

La relazione relativa allo utilizzo delle risorse nel Mar Mediterraneo pubblicata a Bruxelles annota uno sfruttamento del 96% degli stock ittici di acque profonde (gambero) e del 71% per le specie pelagiche (sardine e acciughe).

A tale importante problematica, che come detto mette in pericolo l’intero settore ittico di numerosi Paesi tra cui naturalmente anche l’Italia, si aggiunge quella del degrado delle acque, invase ogni anno da notevoli quantità di plastica. Come dimostrano alcuni autorevoli studi elaborati da Legambiente, infatti, la presenza di oggetti di plastica contribuisce a creare gravi danni all’ecosistema marino, andando a uccidere diversi esemplari di alcune specie, tra cui delfini e tartarughe, estremamente importanti nella regolazione della presenza di altre specie come ad esempio le meduse.

Un circolo vizioso favorito dall’incuria dell’uomo, che può essere interrotto soltanto attraverso regole stringenti e sanzioni pesanti nei confronti di chi inquina o, nel caso della pesca, di chi non rispetta i vincoli imposti a livello europeo per i nostri preziosi mari.

Articoli correlati:

Rifiuti di plastica invadono le spiagge e il mare del Belpaese

Stop alla caccia delle balene nei mari dell’Antartico

Area marina protetta istituita in Cile. Balenottere azzurre al sicuro

Legambiente, plastica nel mare: i dati del Tirreno preoccupano

Photo Credit: Cereales Killer – Wikipedia

Rispondi